Indice del forum

Motoingrasso

Tutto quello di cui un motociclante necessita: curve, buon cibo e sano divertimento.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

H-D Sporster XL1200X forty-eight
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Recensioni
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Miki

Mototurista Panoramico


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 24/05/09 20:08
Messaggi: 218
Miki is offline 

Località: Trieste
Interessi: Moto, moto, moto...
Impiego: Rognista
Sito web: http://www.bandit.it


italy
MessaggioInviato: Dom Lug 07, 15:23:07    Oggetto:  H-D Sporster XL1200X forty-eight
Descrizione:
Rispondi citando

La premessa è la solita: le impressioni ed opinioni sotto riportate sono frutto della mia esperienza motociclistica e quindi soggettive, opinabili e senza pretesa alcuna.

Perseguitato ormai da un paio d'anni dal demone dell'Harley e fortemente incoraggiato al riguardo dal buon Antonuk, mi sono deciso per una prova su strada; mi segue in questo mio battesimo il fedele Suzibandit, accompagnandomi dal concessionario e scortandomi per tutta la durata dell'operazione. Gli amici si vedono nel momento del bisogno!

In effetti avrei dovuto provare la sporster seventy-two, più chopperistica col suo manubrio abbastanza alto e la ruota da 21, che in fotografia mi avevano sinceramente colpito; sul posto invece trovo a mia disposizione una fiammante forty-eight nera, appena estratta dalla cassa... Per me che non ho mai comprato una moto nuova vedere il contakm che segna “zero” è una sensazione davvero molto particolare.
Un tanto per dovere di cronaca mi faccio mostrare una seventy-two (in officina per un tagliando) e devo dire che dal vivo non incontra granchè il mio gusto in quanto – ovviamente per altri la cosa è un punto di forza – è troppo elaborata, sembrando forse più grande di quanto sia in realtà.
Come fa notare filosoficamente Andrea, si vede che non era destino; a pensarci bene, infatti, dal momento in cui ho cominciato ad adocchiare le bicilindriche di Milwaukee le mie simpatie si sono focalizzate subito sulle sportster e i bobber.

Ma torniamo a noi... La forty-eight è veramente affascinante, dal vivo più che in foto.

E' una monoposto – omologata però per due, basta montarci sella passeggero e pedane, non comprese nel prezzo che è di 11.400 Euro chiavi in mano – ed è proprio bella così, a montarci il secondo sellino ci perderebbe un sacco.

Il colore – nero lucido – è azzeccato, la linea è pulita e armonica e il manubrio ed il ruotone anteriore danno un'impressione della moto muscolosa e piantata, ingrugnita al punto da ricordare vagamente un bulldog... Dà un'idea di essenziale solidità.

Gli specchietti sotto il manubrio ben si integrano con l'insieme tra sella monoposto, motore esteticamente aggressivo, pedane avanzate e scarichi cromati: il risultato estetico è appagante, la moto mi piace e non vedo l'ora di salirci sopra e di provarla.
Ho qualche dubbio – il mio compagno di avventure è d'accordo – sulle pedane avanzate abbinate alla mia statura non generosa; dubbi che spariscono quando, al seguito dell'angelo custode del concessionario, si parte per la prova.

La posizione (per il mio metro e settanta) è indovinata e sorprendentemente comoda, quasi rilassante; certo, bisognerebbe farsi qualche oretta in strada per giudicare bene: ma per il momento zampe, didietro e mani sembrano essere al posto giusto e non incontro difficoltà di marcia. Mi sento a mio agio, e non nascondo che la componente emotiva è notevole, così come il coefficiente di “fighettosità”.
Non sono mai stato attratto delle moto affascinanti, e mi sono sempre orientato su scelte pratiche e razionali – anche se esteticamente gradevoli - piuttosto che lasciarmi stregare da fascino e marchio.

Qui la questione è diversa: sarà la maturità (uh...), sarà l'età, sarà l'aurora ma “sento” l'appeal di questa moto... E la sensazione – nuova, per me - non è niente male, davvero.

Ma non perdiamoci...
Salgo, regolo gli specchietti – stranissimo trovarli là sotto – che sono belli grandi (cosa per me molto positiva, sono una parte indispensabile nella guida), “cerco” nel vero senso della parola le pedane, provo la posizione.
E' strano vedersi davanti il serbatoio davvero minimo, che però si integra perfettamente con il resto; in un certo senso per me che sono abituato alle maxi giapponesi “manca qualcosa”... Ma è una condizione che non disturba. Mi chiedo però come debba essere avere un centinaio o poco più di km di autonomia tra ogni rifornimento: probabilmente è solo una questione di pianificare gli spostamenti in maniera differente e più “oculata”.

Intanto avvio il motore – inserendo la chiave si disattiva l'antifurto immobilizer di fabbrica - che parte immediatamente con un suono educato e vibrazioni quasi nulle... Sono quasi deluso, mi aspettavo sia più rumore che più “frullamento”... Ma non ho tempo di pensarci, ci sono troppe cose da vedere il poco tempo.
Il manubrio si fa impugnare bene e le leve di freno e frizione, di dimensioni generose, sono una piacevole sorpresa: l'insieme dà una sensazione di controllo e sicurezza.
Il peso di 250 e passa kg non si sente (sarà l'allenamento col b12?) nemmeno nelle manovre da fermo, facilitate dalla sella veramente bassa ... Ragazzi, è la prima moto dove tocco davvero bene Gioia

Anche il baricentro si avverte bello basso, e trasversalmente la moto è equilibrata: probabilmente anche grazie alle dimensioni delle gomme.
Si parte: come avverto praticamente subito (ed ero stato avvisato al riguardo dal ragazzo della concessionaria, che mi aveva messo in guardia essendo la moto nuova di pacca), praticamente la moto non frena ma rallenta, e nemmeno granchè.
La cosa non mi preoccupata più di tanto, sia perchè sono abituato ad una guida piuttosto difensiva, sia perchè il motore in scalata assolve ottimamente al compito: è un vero trattore.
Ho il sospetto che nemmeno a impianto rodato la moto sarà una gran staccatrice, ma questa è una cosa che si mette in preventivo quando ci si orienta su questo genere di dueruote.
Per il mio stile di guida poi, ribadisco – faccio in tempo a far invecchiare le pastiglie, col mio uso parco di leva e pedale – la cosa non mi preoccupa per niente.

In movimento la moto non sembra avere i chili che ha; in compenso non sono immediati né il feeling con l'anteriore – abituato a ruote di diametri e larghezza diversi – né con la posizione della pedane.
Solo dopo qualche km ci faccio l'occhio e mi rilasso un po', all'inizio sono teso e ho la sensazione che la moto “mi scappi” in inserimento. E' solo una sensazione, ripeto, che svanisce dopo aver preso le misure: sarei curioso però di provare a portare il mezzo su qualche curvone veloce e su tornanti, e di vedere che effetto fa sul classico “pif-paf”... Ma purtroppo non si può.
Il motore ha una bella schiena per quello che si evince da qualche mini tiratina che ho provato nel percorso, e dà l'idea di essere divertente e molto godibile nel portare a passeggio questa sporster anche sul misto.

Sarà l'abitudine ai quattro cilindri di alta cubatura ma non riscontro un gran effetto strappapolsi... Probabilmente la strozzatura imposta dall'euro tre castra davvero molto questo bicilindrico.
Mi piace davvero in scalata, alla prima più brusca che provo a fare sento subito l'effetto sul posteriore... La cosa, come accennato più sopra, dà una certa sicurezza.
L'erogazione non è scorbutica, e la moto riprende bene anche a marce più alte senza strappare: credo che il merito sia dell'iniezione, non saprei se accada lo stesso con le altre versioni dello sportster 1200 a carburatori.

Le vibrazioni sono molto ma molto contenute, ed il sound fin troppo educato; perfino per un “bravo ragazzo” come me è facile capire perchè molti cedono alla tentazione di cambiare terminali per ottenere più grinta e rendere il tono più aggressivo e... Tipico.

Il tutto dura davvero troppo poco, e quando sto cominciando a prenderci gusto e un po' di confidenza siamo già – con mio profondo rammarico – tornati al punto di partenza.
L'esiguità della prova non permette grandi bilanci ma qualche impressione la posso dare:
Pregi: fascino, estetica, motore, posizione di guida;
Difetti: prezzo, freni, capacità del serbatoio.

Chiaramente vista la tipologia di moto non ha assolutamente senso parlare di capacità di carico o di riparo aerodinamico; in ogni caso il catalogo accessori fornitissimo può trasformare all'occorrenza - anche se a occhio con una spesa non proprio modesta - la forty-eight in una viaggiatrice più spinta e idonea a trasferte di lunga distanza... Perdendo però molto del suo fascino... Bisogna scegliere da che parte stare!

Confesso che, a differenza di altre moto di tipologia differente (stradali, maxi-enduro, supermotard) che ho provato mi è rimasta la voglia di restarci sopra e girarci ancora... Possibile sia solo una questione di fascino?
Forse hanno ragione quelli – e tutto sommato non sono pochi – che sostengono che le custom ed in particolare le HD siano un punto di arrivo per molti motociclanti dopo una vita di altre moto più intelligenti e razionali...

Per il momento la scimmia resta bella ancorata alla mia spalla, chissà che in un futuro non troppo lontano non decida di dare una svolta alla mia carriera motociclistica... Chi ci segue lo saprà!

Last but not least:
Da segnalare la simpatia, la professionalità e la disponibilità dei ragazzi del conce HD di Pordenone che mi hanno dato la possibilità di provare la Forty-eight: grazie, e complimenti!

_________________
E' questione di gusto, tu m'insegni...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Adv



MessaggioInviato: Dom Lug 07, 15:23:07    Oggetto: Adv






Torna in cima
suzibandit

Divin Porcello
Divin Porcello


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 08/04/09 15:09
Messaggi: 496
suzibandit is offline 

Località: Mestre (VE)





italy
MessaggioInviato: Lun Lug 08, 20:39:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Proprio una bella recensione... professionale, pure troppo per il nostro sito... quasi quasi provo a venderla a Low Ride... Mr. Green
_________________
Il maiale non diventa vecchio, ma il vecchio diventa maiale.
Del maiale non si butta niente, ma della maiala si tiene solo il numero.
Meno grande fratello e più ciave de 19! (Miki)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Motoingrasso topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008